Podologia

Podologia: facciamo due chiacchiere!

By 12 Dicembre 2019 No Comments

La Dott.ssa Maria Cantarelli, podologa del Centro Medico Visconti di Modrone, spiega in maniera chiara e sintetica cause e soluzioni di alcune patologie relative ai nostri piedi.

UNGHIA INCARNITA O ONICOCRIPTOSI:

L’unghia incarnita è una patologia che interessa spesso le lamine degli alluci.
E’ causata da una ferita generata dalla penetrazione di una specula di unghia nel bordo ungueale.
Non si risolve con terapie antibiotiche sistemiche o topiche ma è necessario intervenire in modo incruento rimuovendo la porzione di lamina ed eseguendo poi successive medicazioni fino alla completa risoluzione.
Le cause dell’unghia incarnita sono molteplici (taglio scorretto dell’unghia, calzature scorrette, traumi, appoggio plantare alterato).
E’ compito del podologo indagarle e fornire al paziente tutte le indicazioni terapeutiche necessarie per prevenire il ripresentarsi della problematica.

IPERCHERATOSI O CALLOSITA’:

Il callo non è altro che una risposta difensiva della nostra pelle alle sollecitazioni esterne.
Pertanto non esiste radice e quindi non viene rimosso per via chirurgica.
Le callosità si possono formare sul dorso delle dita, sulla pianta, tra le dita e persino nei solchi ungueali o al di sotto di unghie ispessite.
Il podologo primariamente rimuove la callosità in modo incruento togliendo così al paziente nell’immediato il dolore.
Se non curate, le callosità, degenerano e possono evolvere anche in ulcere o borsiti.
In seconda istanza indaga la causa che ha generato la callosità e fornisce al paziente le indicazioni necessarie per evitare il ripresentarsi del sintomo.
Spesso le callosità vengono risolte definitivamente realizzando ortesi plantari o in silicone su misura per evitare ogni tipo di ipercarico o sfregamento.

ALLUCE VALGO

L’alluce valgo o cipolla è una deformità del primo dito.
Spesso causato da appoggio del piede alterato o da patologie reumatoidi.
L’approccio al trattamento dell’alluce valgo deve essere multidisciplinare da parte di Medico Chirurgo Ortopedico e Podologo.
Il podologo può intervenire con ortesi plantari su misura, trattando eventuali callosità sulla cipolla, realizzando siliconi che evitano lo sfregamento con la calzatura e aiutando il paziente nella scelta della calzatura più idonea.

Fonte: Tgcom 24