DiabetologiaEndocrinologiaMedicina Interna

Lo yoga: è solo una moda o fa veramente bene?

By 10 Ottobre 2018 No Comments

La sindrome metabolica è una condizione clinica caratterizzata da insulino-resistenza, iperglicemia a digiuno, sovrappeso, dislipidemia, ipertensione. Costituisce un importante fattore di rischio per lo sviluppo di diabete e malattia cardiovascolare. Lo yoga è una disciplina che include esercizio fisico, pratiche di rilassamento, controllo della respirazione. È noto che la sua pratica abituale ha degli effetti benefici sull’ipertensione arteriosa, sul sovrappeso (circonferenza vita) e sulla sindrome metabolica in genere. Un gruppo di ricercatori cinesi ha cercato di studiare i meccanismi attraverso i quali la pratica dello yoga sviluppa un effetto favorevole sulla sindrome metabolica.

I ricercatori hanno selezionato 97 soggetti, di età media è di 57 anni, affetti da sindrome metabolica ed ipertensione arteriosa. Una parte di questi soggetti (52) ha praticato yoga costantemente per tre ore settimanali per un anno, mentre il gruppo di controllo (45) ha proseguito uno stile di vita normale. In questi soggetti sono stati valutati alcuni parametri del sangue indicatori di uno stato infiammatorio (adipochine pro infiammatorie) o antinfiammatori (adiponectina).
I ricercatori hanno osservato che nei soggetti che praticavano yoga i livelli ematici dei parametri antinfiammatori sono aumentati, così come si sono ridotti i parametri ematici indicatori di uno stato infiammatorio. Nei soggetti di controllo, che non praticavano yoga, si è osservato il contrario: aumento dei parametri proinfiammatori e riduzione dei parametri antinfiammatori.
Lo studio dimostra quindi che i vantaggi ed i benefici della pratica dello yoga sono correlati ad una riduzione dello stato infiammatorio nei soggetti che lo praticano.
Si conferma quindi che uno stile di vita salutare, e lo yoga rientra in questo, è utile per ridurre lo stato infiammatorio del nostro fisico e di conseguenza i rischi di malattia.
Supriya R. et al, Scan J Med Sports, 2017
Prof. Antonio Secchi, Centro Medico Visconti di Modrone
Istituto Scientifico San Raffaele
Primario dell’Unità Operativa Complessa di Medicina Interna e dei Trapianti
Questo è il report sintetico di un articolo comparso sulla stampa medica specializzata: ogni applicazione di quanto qui riportato va condotta sotto controllo medico.