==========>blogpage
oil-3112195__480

Conferenza Medica

La Fondazione Humaniter Società Umanitaria di Via San Barnaba 48, in collaborazione con il Centro Medico Visconti di Modrone, ospita la conferenza medica dedicata al tema:

“Qualità del cibo, qualità della vita”

“Fà che il cibo sia la tua medicina e la tua medicina sia il cibo”    (Ippocrate)

Lunedì 26 Febbraio 2018, ore 16.50

Aula Cinema

Interviene la Dott.ssa Laura Carabelli

==========>blogpage
fragol

News nel campo della diabetologia e dell’obesità: Il supplemento alla dieta di fragola e mirtillo rosso americano (polifenoli) migliora la sensibilità insulinica in pazienti sovrappeso, non diabetici.

I pazienti obesi o in sovrappeso, indipendentemente dalla presenza di diabete, presentano spesso un quadro di insulino-resistenza. L’insulina, secreta regolarmente, in questi pazienti, fatica a fare il suo lavoro principale: contenere gli incrementi glicemici. I tessuti sono quindi meno sensibili all’ azione dell’insulina (insulino-sensibilita’). E’ noto come l’insulino-resistenza sia per se stessa un fattore nocivo, creando le condizioni per la comparsa della sindrome metabolica, sindrome caratterizzata da sovrappeso, ipertensione, dislipidemia, diabete, iperuricemia. E’ altrettanto noto come una dieta ricca di frutta e verdura sia positiva per la salute.

==========>blogpage
cibo1

Alimentazione e Buona Salute

“Fà che il cibo sia la tua medicina e la tua medicina sia il cibo”    (Ippocrate)

La Fondazione Humaniter Società Umanitaria di Via San Barnaba 48, in collaborazione con il Centro Medico Visconti di Modrone, ospita la conferenza medica dedicata al tema:

“Buona Alimentazione e Buona Salute”

Lunedì 15 Maggio 2017, ore 16.50

Aula Cinema

Interviene la Dott.ssa Laura Carabelli

==========>blogpage
Seno_statua_squared

Donne operate al seno: come migliorare la qualità di vita

Il supporto psicologico integrato all’educazione alimentare nelle donne operate di tumore al seno: come migliorare la qualità di vita

La neoplasia del seno è il tumore più diffuso nel genere femminile. L’alta incidenza e l’alto tasso di sopravvivenza (80-90% a 5 anni) hanno determinato nei paesi occidentali un aumento della popolazione di pazienti in follow-up post-chirurgico. Le problematiche individuali delle pazienti  e la riduzione delle difficoltà nel mantenere un’adeguata qualità della vita costituiscono obiettivi di trattamento che gradualmente si sono aggiunti agli endpoint clinici primari, un tempo concentrati principalmente sulla valutazione dei tassi di sopravvivenza e delle recidive.

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH